martedì 27 gennaio 2015

GR€CIA


GR€CI€XIT??




Cosa succede ora in Grecia? Tsipras porterà fuori dalla povertà il popolo Greco come promesso?? Mi domando dove piglia i soldi?? La sinistra radicale di Tsipras in queste ore si è alleata con la destra estremista della Grecia!! La politica cambia corso?? Per me al popolo Greco non arriva nessun beneficio...però laggiù  stanno festeggiando, di sicuro non il tramonto dell'€. Domande a cui risponde  su FB il Prof Palma e che posto perché ne condivido l'idea e la speranza.



La vittoria di TSIPRAS in Grecia, SPIEGATA A MIA FIGLIA DI UN ANNO:

La vittoria di TSIPRAS in Grecia SPIEGATA A MIA FIGLIA DI UN ANNO:
Personalmente credo che Tsipras stia bleffando... si è presentato con un programma economico che, se la Grecia intende restare per davvero nell'Euro (come lo stesso ingegnere quarantenne ha dichiarato), è impossibile da attuare!
Per poter concretizzare quanto Tsipras ha promesso in campagna elettorale, occorre fare spesa pubblica (e non poca), con forti ripercussioni sul debito pubblico greco! Ovviamente, alle condizioni attuali, con i vigenti parametri previsti dai Trattati dell'UE e con questa moneta unica, Tsipras non può fare assolutamente nulla!
Premetto che se Tsipras va in Europa a dire che se ne frega dei Trattati UE e che quindi intende sforare alla grande i parametri e i limiti forcaioli ivi contenuti, va incontro al suicidio. Perché? Ve lo dico subito. Restare nell'Euro (come lui stesso ha dichiarato) implica un dato inconfutabile: da dove la va a prendere la moneta per fare spesa pubblica (e quindi indebitarsi), visto che la Grecia non ha sovranità monetaria? Ovvio, in prestito dalle banche private, come tutti gli Stati dell'eurozona del resto... Ma le banche private daranno credito alla Grecia? Non credo proprio! Tuttavia, ammesso per assurdo che la Grecia dovesse godere della fiducia delle banche (non ridete, per favore!), Tsipras andrebbe a creare debito su debito, che un domani dovrà restituire alle banche che gli hanno fatto credito (a strozzo!), sottoponendo il suo popolo ad un'altra spremitura di sangue come quella che sta subendo attualmente dalla Troika!
Ciò premesso, se Tsipras non può fare nulla, perché ha promesso mari e monti in campagna elettorale?
Secondo me il ragazzo è furbino (o almeno spero)...
E' probabile che vada in Europa a dire che lui intende restare nell'Euro, a condizione che si modifichino integralmente i Trattati dell'UE ed i vincoli capestro in essi contenuti, chiedendo di trasformare la BCE in una vera Banca Centrale che funga da prestatrice di ultima istanza (immagino cosa gli potrebbe rispondere la Germania!!!)...
Di fronte alle pernacchie di Draghi, della Merkel e di Junker, Tsipras potrebbe (attribuendo all'UE tutta la responsabilità di miopia politica) denunciare i Trattati ed uscire dall'Euro, tornare quindi alla piena sovranità politica e monetaria e non emettere per un certo numero di anni nemmeno un solo Titolo di Stato greco, comprando - attraverso una Banca Centrale nazionale - tutto il debito greco attraverso la stampa di nuova moneta (che sarebbe in teoria illimitata), pianificando e realizzando anche un piano di piena occupazione che faccia riprendere i consumi e gli investimenti privati!
Diversamente, se Tsipras non ha in mente l'uscita della Grecia dall'Euro, come potrebbe seriamente pensare di attuare il suo programma economico? Solo un pazzo o un millantatore potrebbe pensare seriamente di restare nella moneta unica ed attuare quel popò di promesse!
La cosa più triste che non vorrei vedere è l'ennesimo figlio di papà della sinistra radical-chic, millantatore e facile da farsi comprare! Sarebbe la più grande delusione! Né la Grecia né i popoli europei glielo perdonerebbero!
Giuseppe Palma