mercoledì 21 gennaio 2015

Immigrazione 2.0

PROG€TTO PANA€UROPEO 
UNDER COSTRUCTION



Martedì 20 Gennaio 2015 Floris, in prima serata ha in studio ospiti illustri e l’occasione è ghiotta per ascoltarli e far delle  riflessioni.




Marie Le Pen, Massimo D’Alema e la ministra Pinotti si confrontano su €, democrazia e immigrazione. Il Massimino nazionale non si smentisce e durante il confronto non guarda quasi mai negli occhi la sua “Avversaria d’Oltralpe... la cantilena proposta dal politico nostrano è la solita minestra trita ritrita dell’€ che ci ha salvato i risparmi e che ci ha “permesso” di godere di tassi bassi ecc ecc. “Non è un problema monetario ma, politico, finanziario... perché il capitalismo selvaggio e deregolamentato ed in più il vincolo esterno... non ci consentono la crescita” dice D’Alema... avete già capito le argomentazioni di Massimino, sono i "paper" del PD S.p.A. e di tutti gli €uristi convinti. Ammette però che pur non avendo colpe l’€ è un mezzo. Marie Le Pen rivendica che abbandonando la sovranità e i nostri Stati, è stato un vero e proprio fallimento, sottolineando che questa povertà  è stata indotta. Si accende la discussione, e D’Alema si lancia in proclami quali: “non bisogna scagliarsi sull’€ ma sui tecnocrati del vincolo esterno (già però ammette che l’€ è un mezzo! Per fare cosa?), perché è ridicolo dice,  pensare di ritornare agli stati sovrani ottocenteschi... Eh no!! Massimino la Le Pen adesso te la canta: “Il Popolo deve decidere del suo futuro, del suo bilancio, da quando professiamo la religione dell’€, abbiamo avuto un risultato avvilente di povertà, classismo e questa visione post-nazionale di abbandono dei cittadini è socialmente pericolosa”. Il Parlamento europeo dice sempre la Le Pen  non ha poteri siamo in una democrazia cosmetica. Ma che strada stiamo percorrendo? D’Alema insiste dicendo che l’Europa rappresenta il 7% della popolazione mondiale e che solo il 4% di essa è sotto la soglia dei 29 anni, che difronte alla Cina, all’India ed altre potenze egemoni, se vogliamo un posto a tavola fra i grandi della terra  dovremo unirci, ripopolandoci. Con controllati flussi migratori?  ..Aggiungo io...



Nel grafico il flusso migratorio netto dal 1990 al 2006 (notate la Francia che giustamente si lamenta, raffrontata alla tragedia del nostro Paese!)





 fonte:

Fortunatamente la Le Pen alza il tono della discussione esplodendo in: “non siamo entità economiche, non si misurano le potenze delle nazioni con il numero di abitanti e chi ci costringe a queste regole non ha capito nulla della storia, della libertà, dell’essere umano, “sá Monsieur D’Alemà uno dei segretari del Generale Degaulle rivolgendosi ad esso disse che la Francia era piccolissima,  rispetto a tutto il mondo, bisognava far qualcosa...il Generale rispose che l’Australia è grandissima ci sono 20 milioni di cittadini e 200 milioni di conigli...ma, non comandano i conigli, quindi siamo già grandi”.
La verità è conclamata, dice la Le Pen, in €uropa non c’è unità, ci forzano a una convivenza assurda con gli stranieri (che poi vengono ghettizzati, le Banlieue ne sono esemplificatrici),i Tedeschi non vogliono le stesse cose che vuole la Francia e la stessa non vuole ciò che vogliono gli altri, se non lo diciamo alla gente vuol dire che mentiamo.
D’Alema si appresta a "movimenti ginnici" del capo, il tempo è finito... (1 a 0 per Marie)
La Le Pen affila le armi per dibattere con la nostra minista della difesa Pinotti.
Ora,   ...spostata   la   discussone   sulla   problematica  islamica   (che  non   centra  con  il  "piano  Kalergi" http://sopravviverenelxxisecolo.blogspo"t.it/2015/01/limmigrazione.html di immigrazione), la presidente di Front National afferma e ne condivido la visione: che, gli attentati a Charlie Hepdo http://sopravviverenelxxisecolo.blogspot.it/2015/01/urostruppen.html siano: “la scusa di proteggere i popoli europei per limitarne la LIBERTÁ.

puntata DiMartedì via La7 Tv







Trovo giusto postarvi un commento alla fotografia sopra, non avrei pensato in modo diverso.


la "Kalergiana" Signora Boldrini CONFERMA!!






Vivere con costrizioni e con vincoli non ci porterà a progredire ne civilmente ne economicamente, più povertà indotta subiamo, meno potremo democraticamente costruire una società umana,e non del mercato  ...è  un  appello  già  lanciato  ma  occorre  fargli eco "RESTIAMO  UMANI"!!


:-)