giovedì 5 febbraio 2015

A Dance With Draghi⁉️

BC€ P€GGIO DI COSÍ‼️


A Dance With Draghi


By PAUL KRUGMAN
FEBRUARY 5, 2015    (google traduzione...)

Roba famiglia, che mi lascia quasi senza tempo per la pubblicazione come roba va semi-folle nel dramma greco. Ma una breve nota. E' successo che la BCE ha dichiarato che non accetterà più i titoli di Stato greci come garanzia quando i prestiti alle banche greche. La reazione iniziale di alcuni osservatori è che questa era la fine, che la BCE stava tirando la spina arbitrariamente e bruscamente. Ma anche prima ho avuto la possibilità di guardare i dettagli, ho supposto che deve essere sbagliato. Si può dire molte cose su Mario Draghi; è molto probabile che non riuscirà a salvare l'euro, e 'possibile che sta facendo grandi errori; ma stupido e greggio non è il suo stile. Certo, basta, questa è un'azione molto più sottile che i primi titoli proposti. Questo canale di finanziamento è quello che le banche greche non utilizzano più molto, e non è necessariamente tenere a galla; possono continuare a prendere in prestito indirettamente tramite la banca centrale greca. Quindi questo non è un evento-crisi provocando. Qual è il punto, allora? Beh, è ​​atteggiamento e la segnalazione. Ma a chi, e per quale scopo? Forse è un tentativo di spingere i greci in raggiungere un accordo, ma la mia ipotesi - ed è solo questo - è che in realtà è più rivolta i tedeschi che ai greci. Da un lato, è la BCE facendo rumori duri, che potrebbe tenere la Germania fuori le spalle per un po '. Dall'altro, si tratta di un campanello d'allarme: caro Cancelliere Merkel, siamo * questa * vicino alla visione di un crollo del sistema bancario greco e l'uscita di euro, e sono davvero sicuri di voler proseguire su questa strada? Davvero, davvero? Quindi questo non era brinksmanship; era una sorta di pre-brinksmanship, un colpo di avvertimento a tutte le parti di quello che succederà dopo. Ha Draghi sa quello che sta facendo? Certo che no - nessuno in questa situazione sa che cosa lui o lei sta facendo, perché è strutturalmente un pasticcio. Ma niente panico - ancora.


Family stuff, which leaves me with almost no time for posting just as stuff goes semi-crazy in the Greek drama. But a quick note.

What happened was that the ECB declared that it will no longer accept Greek government bonds as collateral when lending to Greek banks. The initial reaction of some observers was that this was the end, that the ECB was pulling the plug arbitrarily and abruptly.

But even before I had a chance to look at the details, I assumed that must be wrong. You can say many things about Mario Draghi; it’s quite possible that he will fail to save the euro, and quite possible that he is making big mistakes; but stupid and crude is not his style. Sure enough, this is a much subtler action that the first headlines suggested. This funding channel is one that Greek banks no longer use very much, and it’s not necessarily to keep them afloat; they can continue to borrow indirectly via the Greek central bank. So this is not a crisis-provoking event.

What’s the point, then? Well, it’s posturing and signaling. But to whom, and to what end?

Maybe it’s an effort to push the Greeks into reaching a deal, but my guess — and it’s only that — is that it’s actually aimed more at the Germans than at the Greeks. On one side, it’s the ECB making tough noises, which might keep Germany off their backs for a little while. On the other, it’s a wake-up call: dear Chancellor Merkel, we are *this* close to watching a Greek banking collapse and euro exit, and are you really sure you want to go down this route? Really, really?

So this wasn’t brinksmanship; it was sort of pre-brinksmanship, a warning shot to all sides about what will happen next.

Does Draghi know what he’s doing? Of course not — nobody in this situation knows what he or she is doing, because it’s structurally a mess. But don’t panic — yet.



:-)